Assicurazione sanitaria stranieri per l’ottenimento del visto affari.

Sanitaria per Visto Affari

L’assicurazione sanitaria per stranieri extracomunitari ai fini del Visto Affari ha una durata di 6 mesi durante i quali è permesso soggiornare in area Schengen fino ad un massimo 90 giorni. L’assicurazione ha un massimale di 30.000 € a persona per il rimborso delle spese di ricovero ospedaliero d’urgenza e le spese di rimpatrio, come richiesto dalla normativa.

L’assicurazione sanitaria è un documento necessario ai fini del rilascio del visto di ingresso e può essere contratta in Italia dalla società/impresa italiana che invita.

Vantaggi della nuova polizza International Travel Schengen – Visto affari

  • Libertà – può essere utilizzata liberamente per visti multipli nell’arco dei 6 mesi;
  • Flessibilità – non vincola la data di partenza e la data del rientro nel periodo contrattuale di 6 mesi;
  • Economicità – ha un costo decisamente inferiore rispetto alle offerte presenti sul mercato in quanto si paga per il solo periodo assicurato (non per 6 mesi);
  • Garanzia – rispetta tutte le direttive del codice europeo dei visti.

Il visto affari - Cosa dice la normativa

Il visto per affari consente l’ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno di breve durata, allo straniero che intenda viaggiare per finalità economico-commerciali, per contatti o trattative, per l’apprendimento o la verifica dell’uso e del funzionamento di beni strumentali acquistati o venduti nell’ambito di contratti commerciali e di cooperazione industriale.

Per l’ottenimento del visto d’ingresso il cittadino straniero deve esibire la seguente documentazione:

  • formulario per la domanda del visto d’ingresso
  • fotografia recente in formato tessera
  • documento di viaggio in corso di validità con scadenza superiore di almeno tre mesi a quella del visto richiesto
  • titolo di viaggio di andata e ritorno (o prenotazione), ovvero la dimostrazione della disponibilità di mezzi di trasporto personali
  • dimostrazione del possesso di mezzi economici di sostentamento, nella misura prevista dalla Direttiva del Ministero dell’Interno 1.3.2000 (es: fideiussione)
  • assicurazione sanitaria avente una copertura minima di €30.000 per le spese per il ricovero ospedaliero d’urgenza e le spese di rimpatrio, valida in tutta l’area Schengen
  • documentazione locale comprovante l’effettiva condizione di operatore economico-commerciale (ad es.: licenza d’esercizio, certificato di visura camerale, ecc.)
  • programma del soggiorno, con indicati i contatti d’affari previsti e i recapiti in Italia, o lettera d’invito dell’impresa italiana

Nota bene: per effetto di specifici accordi locali approvati dalla Commissione europea, è possibile che i documenti richiesti siano in tutto o in parte diversi da quelli elencati. Rivolgersi all’Ambasciata o al Consolato italiano competente per ulteriori informazioni.

Il cittadino straniero può essere invitato da un’impresa operante sul territorio nazionale e viaggiare in Italia per:

  • affari
  • contatti
  • trattative economiche o commerciali
  • apprendimento o verifica dell’uso e del funzionamento di macchinari acquistati o venduti nell’ambito di contratti commerciali e di cooperazione industriale con imprese italiane
  • per il relativo aggiornamento professionale
  • per la visita alle strutture dell’impresa italiana
  • per la partecipazione a mostre o fiere di settore in Italia

L’istanza di rilascio del visto d’ingresso deve essere accompagnata da una “dichiarazione d’invito” sottoscritta dall’Ente o dalla stessa impresa italiana.
La dichiarazione deve indicare il periodo ed il motivo del soggiorno richiesto, nonché l’attività che sarà svolta dallo straniero invitato.
Il visto per affari, in presenza di analoghi requisiti, può essere rilasciato anche alle persone che accompagnino, per documentate ragioni di lavoro, il richiedente.

Leggi le testimonianze di chi ha già usufruito del servizio >>

Spedizione VELOCE via email dei documenti firmati digitalmente

Costo complessivo del servizio:

Fino a 30 giorni 95 €

Fino a 60 giorni 115 €

Fino a 90 giorni 135 €

La tariffa comprende:

  • L’emissione della garanzia (Polizza Sanitaria)
  • La spedizione via email dei documenti firmati digitalmente oppure la spedizione in Italia con corriere espresso
  • La spedizione entro 48 ore dalla ricezione del pagamento e dei documenti necessari

Documenti richiesti

 

Contraente (la società/impresa italiana che invita):

  • Copia carta d’identità o documento equivalente (passaporto/patente) dell’amministratore/titolare;
  • Visura camerale;

Beneficiario (cittadino straniero invitato):

  • Copia passaporto (pagina della foto).

Dichiarazione di ospitalità-alloggio: 25 €
ex lettera di invito

(servizio opzionale)

Opzionalmente è possibile avvalersi del servizio di compilazione della Dichiarazione di ospitalità-alloggio (ex lettera di invito) da presentare all’Ambasciata del Paese di residenza ovvero, per i cittadini dei Paesi esenti dall’obbligo di visto, alla dogana di ingresso in Area Schengen.

Dettagli del servizio >>

Prenotazione volo: 59

(servizio opzionale)

Il servizio di prenotazione volo (in collaborazione con le agenzie viaggi convenzionate) consente di ottenere una prenotazione aperta valida fino al rilascio del visto che potrà essere confermata o annullata senza alcun costo aggiuntivo.

 

La tariffa comprende:

  • La prenotazione del volo aperta valida fino al rilascio del visto
  • Un buono di sconto di 30 € sull’eventuale acquisto del biglietto aereo
Dettagli del servizio >>

Recapito documenti all’estero: a partire da 25 €

(servizio opzionale)

A completamento della pratica proponiamo il servizio di spedizione con tariffa convenzionata. Il servizio prevede la spedizione all’estero dei documenti con corriere espresso DHL all’indirizzo dell’invitato o ad altro indirizzo concordato.

Dettagli del servizio >>

FAQ

Polizza Sanitaria

Pagamenti e consegna

Informazione importante.
Per quanto le nostre fideiussioni e le nostre polizze siano conformi e riconosciute dalla normativa vigente il servizio NON può garantire il rilascio del visto che, nostro malgrado, è ad esclusiva discrezione dell’Ambasciata Italiana nel Paese di origine dello straniero.
Pertanto, in caso di mancata concessione del visto turistico, NON potrà esserci da parte di Grego Assicurazioni alcun rimborso per i costi sostenuti.

Prima della sottoscrizione leggere attentamente la nota informativa.